Come se il mare si dovesse aprire
mostrando un altro mare
e quello un altro e
non fossero che annuncio
di epoche di mari

Emily Dickinson

Eventi

Classi di Bioenergetica

Le Classi di esercizi costituiscono una pratica di lavoro sul corpo che nasce nell’ambito dell’Analisi Bioenergetica. Attraverso l’ascolto e il movimento del corpo vengono esplorate e coltivate la consapevolezza, l’espressione e la sicurezza psicocorporea. L’atteggiamento psichico e corporeo sono due aspetti complementari della persona intera, che si strutturano in reazione alle esperienze di vita. La pratica consiste nell’esecuzione di specifici esercizi portando l’attenzione alla sensazione e all’emozione, che ne deriva. Il corpo diventa quindi un formidabile deposito di esperienze psichiche, cui attingere per avvicinarsi alla conoscenza autentica di Sé. Le classi di esercizi non prevedono un momento di elaborazione analitica dei vissuti emotivi con il gruppo, ma sono un efficace metodo anti-stress, possono affiancare l’analisi o essere usate come uno strumento preventivo e di miglioramento del flusso dell’energia vitale. Si tratta di un lavoro profondo e giocoso contemporaneamente, che si sintonizza sulle esigenze individuali, utilizzando anche momenti di lavoro relazionale in coppia o in gruppo. Gli esercizi non sono mai volti al raggiungimento di un risultato, ma hanno un valore esplorativo, di conoscenza di sé, rispettano sempre la percezione del corpo, nel processo di approfondimento della respirazione e nella liberazione del movimento, tenendo conto di tutte le variazioni individuali e dei tempi necessari ad ognuno. Si consigliano un abbigliamento comodo e calze antiscivolo.

Dal 22 settembre
ogni venerdì dalle 19:30 alle 20:45
presso LA TIGRE BIANCA
Via Malagoli, 25 Modena (Zona Tempio)

17 agosto 2017

LE RADICI DEL DESIDERIO
Conversazione in campagna


Lo scopo dell’incontro è promuovere il dibattito e sollecitare la riflessione su temi centrali della psicoanalisi, ma che riguardano molto da vicino il vissuto di tutti noi, partendo dall’esperienza individuale, per arrivare all’etica della comunità. Si rifletterà infatti sulle origini del comportamento, su quanto l’inconscio ci condizioni, sulla possibilità di uscire dal circolo vizioso della ripetizione della sofferenza. Nell’incontro si auspica il coinvolgimento attivo dei partecipanti. La conversazione riprende in modo sintetico il ciclo di conferenze tenute presso il Consorzio creativo A Modena, nell’aprile del 2016. Marina Fregni parlerà alla luce della sua esperienza clinica di psicoterapeuta, in un linguaggio non specialistico.

Marina Fregni

Ore 20:30
San Damaso (Mo)
Strada Grande 246

31 maggio 2017

MITI E TRAPPOLE DELLA PERFEZIONE.

ANA MIA BED:
i nomi del “mal di mangiare”nella società contemporanea.

Leonardo Mendolicchio
Alberto Barozzi
Marina Fregni

Ore 21:00
Palazzo Carandini
Via dei Servi 5 Modena

6/7 maggio 2017

PICCOLO FESTIVAL DELLE PSICOLOGIE APPLICATE

PAURARABBIATRISTEZZAGIOIA
Lo spettro continuo delle emozioni tra sicurezza e desiderio.
La gamma delle emozioni, come lo spettro della luce, si sviluppa tra due polarità opposte, il bisogno di sicurezza e il desiderio dell’ignoto, due istanze irrinunciabili della natura umana. Nell’alternanza tra espansione e contrazione si svolge il ritmo del ciclo vitale, caratterizzato da un’estesa gamma di colorazioni emotive. Le emozioni sono i colori del tono dell’umore, con i quali dipingiamo il quadro della nostra esperienza di vita.

Marina Fregni

17,30-19,00
L'Artificio Spazi creativi
Via Modenese 1058, 41057 Spilamberto