Articoli

Le Radici del Desiderio

Che cos’è un’immagine? L’immagine è innanzitutto memoria.  Il processo che produce le immagini è un percorso complesso, sempre legato all’attività del nostro sguardo: guardare non è passiva ricettività, bensì capacità di ordinare il visibile e organizzare l’esperienza. L’immagine si imprime nella memoria, per far fronte al problema della assenza. L’imago è nell’antichità la maschera funebre e questo suo legame con la morte ne definisce in modo rilevante il concetto. Difendere la morte attraverso le immagini significa voler preservare la memoria, dunque un’identità storica e culturale, in virtù della quale si cercano modi figurali per intrappolare il tempo nello spazio, nella forma definita di un’immagine rappresentata.

→ visualizza .pdf

AL DI LÁ DELL’EDIPO
La Critica di Deleuze e Guattari all’Organizzazione Strutturale dell’inconscio

L’Antiedipo di Deleuze e Guattari è stato il manifesto di una generazione, la mia, o meglio dell’avanguardia rivoluzionaria di quella generazione, il movimento degli studenti degli anni ’70. Non che l’avessimo letto realmente, la sua complessità e novità unita al rigore filosofico e ai continui riferimenti ai diversi campi del sapere, ne fanno un’opera impegnativa in due sensi opposti, da un lato per i suoi rimandi culturali e filosofici classici, e dall’altro perché utilizza un linguaggio di rottura, provocatorio, a tratti onirico, che evoca i movimenti artistici di inizio secolo, un linguaggio quasi surrealista, così nel leggerlo si perdeva il filo, ci si scoraggiava, ma se ne leggeva qualche brano e già si restava affascinati e appagati da un linguaggio finalmente capace di cogliere le tortuose dinamiche del desiderio e come queste si intrecciavano nel groviglio dei legami sociali.

→ visualizza .pdf

Conferenze

LA CONTINUITÁ DELLE EMOZIONI
→ scarica presentazione

LA PSICOTERAPIA ORGANISMICA
→ scarica presentazione

L'EMOZIONE E IL CORPO
→ scarica presentazione

LE PAROLE DEL CORPO
→ scarica presentazione